Guida storica del Chianti. Con numerose tavole fuori testo ed una carta topografica

90,00

“Se è vero che l’Italia è il più bel paese del mondo, è vero che la Toscana è il giardino d’Italia, è innegabile altresì che il cuore di questa nostra gentile Toscana è il Chianti”. Antonio Casabianca

Disponibilità: 1 disponibili

COD: Sdt 62 Categoria:

Casabianca Antonio

Guida storica del Chianti. Con numerose tavole fuori testo ed una carta topografica. Edizione seconda riordinata, modificata e ampiamente accresciuta.

Firenze, Tipografia Barbèra, 1937

Volume in-8 di pagine (4), 304;  Carta storica del Chianti più volte ripiegata; pagine interne senza difetti;12 tavole fuori testo.  Breve estratto dall’indice: Il Chianti geologico; Sull’origine del vocabolo Chianti; Strade principali e mezzi di comunicazione; Statuti del Chianti; Serie di Podestà di Radda o della Lega del Chianti dal 1384 al 1772; Cenni storici del Chianti; Lotta di giurisdizione nel Chianti tra i vescovi di Siena e Arezzo; Il castello di Montegrossoli e i Firidolfi; I Ricasoli-Firidolfi nel Chianti; Il Chianti nel basso medioevo; Lotta di confini tra Siena e Firenze; Prima e seconda invasione aragonese nel Chianti; Graduale ritorno de’ luoghi del Chianti ai Fiorentini; I fuorusciti senesi nel Chianti; La venuta di Carlo VIII e Savonarola; Il Chianti fino al ritorno de’ Medici in Firenze nel 1512; Ultimi anni della repubblica fiorentina; Passaggio di Clemente VII e Carlo V pel Chianti; Staggia e la Lega del Chianti; Il Chianti e la cacciata degli spagnoli da Siena nel 1552. Copia molto buona con dorso esenta da difetti.

 

“Se è vero che l’Italia è il più bel paese del mondo, è vero che la Toscana è il giardino d’Italia, è innegabile altresì che il cuore di questa nostra gentile Toscana è il Chianti”. Antonio Casabianca

Torna su