,

J. H. Fabre – Brani scelti

45,00

Jean-Henri Casimir Fabre (1823 –1915) è stato un entomologo e naturalista francese, considerato il padre dell’entomologia, Fabre nato in una famiglia molto povera, studiò quasi esclusivamente come autodidatta, arrivando a ottenere numerosi riconoscimenti accademici. Fu insegnante, fisico, e botanico, ma è noto soprattutto per le sue scoperte nel campo dell’entomologia, in particolare correlati allo studio del comportamento degli insetti. Su questo argomento scrisse numerosi saggi brevi, raccolti e pubblicati con il titolo di Souvenirs Entomologiques (in edizione italiana Ricordi di un entomologo). Alcune delle opere di Fabre ispirarono in parte gli ultimi lavori di Charles Darwin, che definì Fabre “un osservatore inimitabile”. Fabre, invece, rifiutò la teoria dell’evoluzione di Darwin. L’ultima abitazione di Jean-Henri Fabre, la “Harmas de Sérignan” in Provenza, è oggi adibita a museo sulla sua vita e le sue opere.

Disponibilità: 1 disponibili

COD: Sdt 558 Categorie: , Tag:

J. H. Fabre
Le meraviglie dell’istinto negli insetti. Brani scelti estratti dai “Ricordi Entomologici” e storie inedite della lucciola e del bruco del cavolo. Traduzione di Enrico Somaré.

Milano, Casa Editrice Sonzogno, s.d.

Volumetto in 8° (cm. 15,5 x 21,5), pagine 238, (2), alle pagine interne sono presenti 3 incisioni e 16 Tavole fuori testo dalle fotografie di Paul H. Fabre; presenti numerazioni di catalogazione al frontespizio. Elegante rilegatura editoriale illustrata con impressioni a seccoi, titoli dorati al piatto superiore e al dorso, al piatto inferiore impresso  marchio editore. Minimi segni del tempo è buona copia.

Torna su