Lettere da Napoli ( 1787) di Volfango Goethe tradotte da G. Fortunato  

40,00

Giustino Fortunato (Rionero in Vulture 1848 – Napoli 1932) fu allievo di intellettuali come Francesco De Sanctis e Luigi Settembrini e si focalizzò sullo studio della letteratura tedesca, in particolare su Herder e Goethe. Grande meridionalista, parlamentare moderato e riformista, non iscritto “né alla Destra né alla Sinistra”, per “cooperare alla ricostruzione civile della patria”, promosse le ferrovie ofantine; realistico analista di una classe dominante incapace, disapprovò l’avventurismo coloniale e, dapprima, l’intervento 1915, capì da subito (a differenza di Croce) la sciagura del fascismo. Grande promotore di scuole e maestri e di campagne antimalariche.

Disponibilità: 1 disponibili

COD: Sdt 494 Categoria:

Volfango Goethe – G. Fortunato
Lettere da Napoli ( 1787) di Volfango Goethe tradotte da G. Fortunato              

Napoli, Riccardo Ricciardi Editore, 1917

In 16° (cm. 13,5 x 19,5), pagine XXII, 94, (4), nota ad personam (Pasquale Papa, letterato e collezionista Toscano) e firma autografa del traduttore Giustino Fortunato alla prima bianca, prima edizione. Brossura editoriale con titoli entro cornice tipografica alla coperta superiore ove è presente centralmente un fregio calligrafico, titoli riproposti anche  al dorso. Minimi segni del tempo, è buona copia.

 

Torna su